Saperne di più

Il lungo cammino verso il testamento biologico

1. Che cos’è il testamento biologico
2. Articolo 32 della Costituzione italiana
3. Ostilità della gerarchia ecclesiastica e dei partiti del centro destra
4. Assenza di una legge
5. Varie proposte di legge
6. Carta dell’autodeterminazione
7. Convenzione di Oviedo
8. Codice di deontologia medica italiano
9. Carta dei diritti fondamentali dell’Unione Europea
10. Documento del 2003 del Comitato nazionale per la bioetica
11. Il disegno di legge del 2005
12. Piergiorgio Welby
13. Giovanni Nuvoli
14. Paolo Ravasin
15. Le sentenze della magistratura
16. Le due anime del paese
17. L’opposizione della destra al governo
18. La mozione del PD e l’intervento di Ignazio Marino al Senato
19. Gli ultimi sviluppi positivi del caso Englaro
20. Il decreto di un giudice tutelare di Modena

E, infine, a pochi giorni dall’udienza, il 5 novembre, il giudice tutelare di Modena ha accolto la richiesta avanzata nel luglio scorso da un cittadino cinquantenne che non ha ritenuto di rivelare il suo nome, di “non essere sottoposto ad alcun trattamento terapeutico” in caso “di malattia allo stato terminale, malattia o lesione traumatica cerebrale irreversibile e invalidante” e che “costringa a trattamenti permanenti con macchine o sistemi artificiali che impediscano una normale vita di relazione”. Con lo stesso decreto, inoltre, ha nominato, come richiesto, suo amministratore di sostegno, cioè garante per le sue volontà, la moglie.
La grande importanza del decreto, voluto dal cittadino modenese nel timore che una semplice scrittura privata offrisse minori garanzie, consiste in particolare nella circostanza che il giudice tutelare, nel proprio decreto, ha inserito elementi che arricchiscono la richiesta del modenese entrando in modo esplicito nel merito delle problematiche emerse in Italia, a proposito di fine vita. Così, ad esempio, il decreto comprende, fra i trattamenti da rifiutare anche “rianimazione cardiopolmonare, dialisi, trasfusioni di sangue, terapie antibiotiche, ventilazione”, fornisce alla moglie dell’eventuale “non capace”, di negare ai sanitari di praticare anche “l’idratazione e l’alimentazione forzata e artificiale” e richiama gli stessi “sanitari all’obbligo di prestare alla persona, ai fini di lenimento delle sofferenze, le cure palliative più efficaci, compreso l’utilizzo di farmaci oppiacei”.

21. La possibilità che sia approvata una legge
22. I casi di coloro che non intendono avvalersi della legge

Tutto il documento


Il testamento biologico nel Mondo

1. Gli Stati Uniti d’America
2. Il Canada
3. L’Australia
4. L’Unione Europea
5. Il Belgio
6. La Danimarca
7. La Francia
8. La Germania
9. L’Inghilterra
10. L’Olanda
11. La Spagna

Tutto il documento


Il disegno di legge del senatore Ignazio Marino e gli altri

1. Le reazioni inquietanti alla decisione della Corte di Cassazione sul caso Englaro
2. Il disegno di legge del senatore Ignazio Marino
3. L’obiettivo
4. La dichiarazione anticipata di trattamento
5. La rete delle cure palliative
6. Gli operatori della rete
7. La terapia del dolore
8. Gli altri disegni di legge

Tutto il documento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...