Pubblicato da: liberidiscegliere | gennaio 22, 2009

Una Mercedes con una marcia in più

dagli amici di Pennarossa

bressook

Poche settimane fa ci siamo entusiasmati per come Renato Soru ha affrontato la crisi nella regione Sardegna. Oggi leggiamo sui giornali di un altro personaggio (questa volta donna … quasi a rispettare le quote rosa) che finalmente dice – ma soprattutto fa! – le cose che sentiamo nostre, mette insomma in pratica il famosissimo “qualcosa di sinistra” a cui ci stiamo ormai disabituando.

Per questo qualcuno l’ha già definita la Zapatera d’Italia. In realtà Mercedes Bresso, governatrice del Piemonte, ha solamente tentato di compensare – dichiarando la disponibilità della sua Regione a ricoverare Eluana per l’interruzione dell’alimentazione – l’infinita serie di ingiustizie subite dalla famiglia Englaro in una “tragica storia non più sopportabile dal punto di vista giuridico e umano”.

Tutto questo, mentre dentro al PD non si è saputo – ancora una volta – affrontare con decisione il tema del testamento biologico. Due giorni di discussione, nel corso di un seminario organizzato in proposito, sono serviti unicamente a dimostrare come dentro al PD il sistema dei veti incrociati tra teodem e laici impedisca praticamente al partito di avere una posizione. Detto in termini più pratici: impedisca di “fare politica”.

L’esito finale della “due giorni” è stata infatti la decisione di assumere un “orientamento prevalente” sul tema del testamento biologico, senza giungere ad una posizione unitaria. Il PD ha dunque evitato un voto a maggioranza, trovando un compromesso su 15 punti predisposti da Marina Sereni.

Alla fine, sono riusciti ad irritare persino il senatore Ignazio Marino, autore della proposta di legge giudicata dalla maggioranza degli esperi come la più equilibrata. Dopo la decisione di non decidere il senatore Marino ha dichiarato: “Al PD serviva un sì o un no, tutto il resto è del diavolo. Gesù Cristo non ha parlato del sì, del no e del prevalente“.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie